Il Tributarista – Come tutelare il proprio patrimonio

Tributaristi Torino

Nel diritto civile italiano si considera fondo patrimoniale quel complesso di beni costituito da beni immobili, beni mobili registrati e titoli di credito. Il fondo patrimoniale viene anche inteso come una forma di obbligazione. In ambito legale ha preso il posto di quelli che erano il fondo familiare e la dote, e sempre nell’ambito del diritto viene categorizzato come patrimonio separato.

Il fondo patrimoniale può essere creato sia dai coniugi durante il matrimonio con un atto specifico, o da terzi. La proprietà dei beni rimane ad entrambi i coniugi e questa cessa in caso di morte di uno dei coniugi, separazione o divorzio o annullamento di matrimonio. Se avete bisogno di una consulenza che riguardi anche il fondo patrimoniale, vi consigliamo di rivolgervi ad esperti, come quelli che troverete a Torino presso lo Studio Tributario Buzzelli. In ogni caso anche i fondi patrimoniali possono essere soggetti all’estinzione o alla possibilità di essere pignorati.

Condizioni del pignoramento

La condizione per cui un fondo patrimoniale può essere pignorato non dipendono dalla sua natura, ma dal motivo per cui è sta creata questa obbligazione rispetto alle esigenze familiari. In ogni caso la Corte di Cassazione con una sentenza del 2018 ha fatto chiarezza sulla materia, sostenendo che si possono sottoscrivere ipoteche sui beni del fondo patrimoniale solo se è necessario ai bisogni della famiglia. Ma l’errore che commettono molti nuclei familiari è quello di ritenere inviolabile un fondo patrimoniale, per questo fare affidamento a tributaristi esperti, come quelli dello Studio Tributario Buzzelli, è sempre la scelta migliore per proteggere il proprio patrimonio.

Quando un fondo patrimoniale può essere violato

Secondo l’articolo 170 il fondo patrimoniale non può essere intaccato per debiti contratti per scopi estranei alla famiglia. In questo caso particolare si intendono per debiti sanzioni stradali o tributi locali. Ma se si riceve una cartella esattoriale pensare che questi debiti non possano pesare sul fondo patrimoniale o possano essere bloccati dall’articolo 170, è un grosso errore. Infatti per evitare incomprensioni la Corte di Cassazione sottolinea che quando il debito è strumentale ai bisogni della famiglia, il fondo patrimoniale può essere soggetto a pignoramento. Alcuni esempi di questa situazione possono essere multe non pagate anche se la famiglia usa una macchina o c’è una sanzione che riguarda il servizio di differenziata. L’aiuto di un tributarista in questo caso può essere vitale per proteggere il vostro patrimonio. Ma in generale per evitare il pignoramento il debitore deve dimostrare che il fondo sia stato creato in modo regolare e che il debito che è stato contratto è estraneo ai bisogni della famiglia.

Alienazione e vendita dei beni del fondo

Per quello che riguarda la vendita e l’ipoteca sui beni presenti nel fondo patrimoniale è obbligatorio il permesso dei genitori e nel caso ci siano figli minorenni è necessaria l’autorizzazione del Tribunale competente. Il parere sarà positivo solo nel caso in cui ci sia evidente necessità o utilità e questo è un processo necessario per le azioni che possono essere compiute attivamente dai coniugi. La necessità dell’autorizzazione del Tribunale può essere sottoposta a deroga solo in alcuni casi, e nello specifico solo se è stato inserito un preciso atto durante la costituzione del fondo patrimoniale, come previsto dall’ordinamento. Spesso però può capitare che i notai si rifiutino di inserire la deroga nell’atto costitutivo del fondo, in questi casi è importante rivolgersi a notai aggiornati e preparati. Ma se non volete avere problemi, è sempre meglio chiedere consiglio a professionisti. Se cercate uno studio tributario a Torino vi consigliamo di rivolgervi allo Studio Tributario Buzzelli. I loro professionisti vi affiancheranno in tutte le pratiche che riguardano compatibilità ed adempimenti fiscali e consulenze fiscali, tributarie e societarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *