Home
CHI SIAMO
BACHECA
COMMENTI
CONTATTI
FILASTROCCHE
FORUM
MAPPA
PROGETTI
Richiesta Info
UTILITA'
MODULISTICA
LABORATORI
GALLERY
CREDITS
CHAT
STAFF

 2008/2009

IL POF

IL MINI POF

 

 

I vecchi POF:

 

POF 2006/2007

POF 2007/2008

MINI POF 2007/2008

 

 

 

Progetti Progetto accoglienza - scuola dell'infanzia

MOTIVAZIONE

 “E’ importante la capacità della scuola di accogliere i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle emozioni loro e dei loro familiari nei delicati momenti dei primi distacchi e dei primi significativi passi verso l’autonomia, dell’ambientazione quotidiana e della costruzione di nuove relazioni con i compagni e con gli adulti” (dalle Raccomandazioni Nazionali...)

L’ingresso alla scuola dell’infanzia costituisce l’inizio di un nuovo cammino, che vede il bambino il più delle volte alla sua prima esperienza nel sociale, in un nuovo ambiente e in relazione con persone che non appartengono al suo contesto familiare, e nel quale si attiva quindi una nuova percezione dell’io. Il momento dell’accoglienza pone le basi per una fattiva collaborazione scuola­-famiglia, facilita il processo di “separazione” dall’adulto, particolarmente delicato per i più piccoli, consolida il processo di “ distanziamento”, che è condizione indispensabile e preliminare per l’avvio del processo di socializzazione”. La necessità dei bambini più piccoli di trovare anche all’interno dell’ambiente scuola un «ancoraggio» forte all’adulto, simile a quello dell’ambiente familiare, porta ad una personalizzazione dell’accoglienza di ciascun bambino, prevedendo riti, tempi e spazi di attenzione individuale. Le implicazioni affettive ed emotive sia della componente bambino sia della componente genitore, alla quale va data la necessaria attenzione, portano a prevedere le seguenti modalità:

•    incontro preliminare insegnanti-genitori per fornire informazioni sul metodo educativo-didattico, sull’organizzazione della scuola e per rassicurazioni sull’ambiente che accoglierà il loro bambino;

•    incontro individuale genitori-insegnanti per una reciproca conoscenza e una prima raccolta d’informazioni relative al bambino e alla sua famiglia.

Il periodo dedicato all’accoglienza e all’inserimento non scandisce solo l’inizio dell’anno scolastico, ma costituisce l’essenza dell’esperienza educativa delle relazioni, il presupposto di tutto il cammino scolastico.

 DESTINATARI

 Tutti i bambini della Scuola dell’infanzia. 

CAMPI DI ESPERIENZA COINVOLTI

 Il  sé e l’altro; Corpo, movimento e salute; fruizione e produzione di messaggi; esplorare, conoscere e progettare.

 OBIETTIVI GENERALI DEL PERCORSO FORMATIVO

•    Promuovere e instaurare nel bambino un atteggiamento di fiducia nei confronti dell’ambiente che lo accoglie

•    Promuovere nel bambino la percezione di essere accolto ed accettato nell’ambiente scolastico

•    Stimolare nel bambino il desiderio di far parte del gruppo in modo attivo

•    Favorire nel bambino la relazione, la comunicazione interpersonale e la socializzazione con i peri e con gli adulti

 OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

 •    Rafforzare l’autonomia, la stima di sé, l’identità

•    Rispettare ed aiutare gli altri

•    Parlare, descrivere, raccontare, dialogare con i grandi e con i coetanei

OBIETTIVI FORMATIVI PERSONALIZZATI

 Bambini di anni tre

 °        Conoscere l’ambiente scolastico

°        Conoscere il nome dei compagni

°        Conoscere le maestre

°        Riuscire ad allontanarsi con serenità dai luoghi abituali

°        Partecipare alle attività di gioco libero

°        Partecipare ai giochi organizzati

°        Muoversi nello spazio scuola

°        Utilizzare forme di saluto

°        Memorizzare il nome dei compagni

°        Conoscere il nome dei vari oggetti

°        Usare i materiali e gli oggetti

°        Manipolare materiali diversi.

 METODOLOGIA

In questo primo periodo di ambientamento,uno degli obiettivi è favorire la reciproca conoscenza. Le insegnanti predispongono l’ambiente in modo tale da attirare l’attenzione dei bambini sui giochi e sul materiale didattico e favorire l’esplorazione del nuovo ambiente. L’insegnante, tenendo conto dell’ambiente di provenienza del bambino e della sua storia personale predispone un questionario anamnestico da somministrare ai genitori.

 STRATEGIE ORGANIZZATIVE

 Le insegnanti operano sulla modifica dell’orario scolastico:

dal 12 al 30 settembre i bambini frequenteranno il solo turno antimeridiano senza refezione, nelle sezioni a doppio turno le insegnanti saranno in compresenza.

 TEMPI 

Dal 12 settembre alla prima settimana di ottobre, dove necessario per i bambini,  il progetto sarà protratto.

 SPAZI 

Gli spazi saranno organizzati in modo flessibile permettendo ai bambini di avviare una prima, fondamentale esplorazione della scuola.

 MATERIALI 

Tutti i giochi e i materiali presenti nella scuola.

  MODALITA’ DI VERIFICA 

 Osservazioni sistematiche attraverso indicatori e descrittori di osservazione

 

Ora ti trovi in...

Progetto accoglienza - scuola dell'infanzia

 

 

 

Il Dirigente informa

 

 

VISITA N.           Powered & ©Copyright 02/08 by: gymservice.it   -    risoluzione video 1024x768 pixel       CREDITS     PRIVACY        P.I.93030330695